La potatura della siepe è la cura più importante per fare crescere una siepe sana e robusta.

Inoltre la siepe non ha bisogno di grandi cure o di eccezionali abilità di giardinaggio. Però merita qualche piccola attenzione, soprattutto in certi periodi dell’anno.

LE CURE NECESSARIE PER UNA SIEPE

Prima di tutto, come dicevamo, la potatura e poi come tutte le piante, le siepi hanno bisogno di:

  • concime
  • irrigazioni
  • manutenzione del terreno
  • monitoraggio

QUANDO POTARE LA SIEPE

È bene precisare che non esistono, in termini assoluti, piante geneticamente predisposte per la formazione di una siepe.

Le piante da siepi non sono altro che specie più resistenti alla potatura e che presentano una chioma fitta che, se potata con regolarità, riesce a offrire un effetto “pieno” di un “muro verde”.

Potare le siepi non è così semplice come possa sembrare; non bastano forbicioni e buona volontà. Occorre sapere il quando, il come e il quanto.

Un tempo i giardinieri delle grandi ville private, potavano le siepi squadrate quasi settimanalmente. E anche oggi, potendolo fare, questo resta il metodo migliore, dato che crea il minor danno possibile alle piante che, come tutti sappiamo, non amano affatto essere potate, tanto meno capitozzate.

Di conseguenza è importante che la posa avvenga in tempi ristretti, in modo da evitare di lasciare le zolle o i rotoli per troppo tempo separate dal terreno. Il tappeto erboso a rotoli è un vero e proprio prato, seminato e coltivato con cure e attenzioni costanti. 

COME POTARE LA SIEPE

Per potare le siepi correttamente occorre prima di tutto munirsi degli attrezzi adeguati per creare una siepe dritta, che non abbia irregolarità e che quindi assicuri un certo effetto estetico. Come potare dritta una siepe e fare in modo che sia perfetta? Innanzitutto, cominciare la potatura della siepe legando all’altezza desiderata un’estremità dello spago a un bastone.

Tendere lo spago in orizzontale fino all’altra punta della siepe, legarlo dall’altra parte alla stessa altezza accertandosi che sia abbastanza teso. Cominciare a potare facendo fede alla linea dello spago che si è formata in altezza, così da evitare antiestetiche onde. Tagliare quindi la siepe con le cesoie o, in alternativa, con il tagliasiepi, disponibile a scoppio, a batteria oppure elettrico.

Rispetto alle forbici, il tagliasiepi è più rapido, anche se ha lo svantaggio di esporre le piante ad un maggiore rischio di malattie. Ad ogni modo, il tagliasiepi va utilizzata con molta accortezza e se vi sono dei rami spezzati bisogna effettuare un taglio netto e obliquo verso l’alto. Con la forbice vanno ritoccati quindi i rami mal potati, in modo da evitare il rischio di malattie causate da ferite o tagli sfrangiati.

Previsioni del tempo
Coperto
Oggi 11/14 10%
Nuvoloso. Max: 17º C. Venti da E variabili.
Parzialmente nuvoloso
Domani 11/15 10%
Poco nuvoloso. Max: 16º C. Venti da ESE, da 10 a 15 km/h.
Sereno
venerdì 11/16 10%
Quasi sereno. Max: 14º C. Venti da E, da 10 a 15 km/h.

Sport & Natura

Il Nostro Team
è composto da
25 professionisti assunti
a tempo indeterminato.
Hai bisogno
di sistemare
il tuo giardino, il tuo balcone o il prato della tua casa, ma pensi di non potertelo permettere?